La violenza verso le donne, le ragazze e le bambine è una gravissima violazione dei diritti umani, che quando non causa la morte, ha conseguenze fisiche e psichiche.

In Italia oltre il 31% delle donne, tra i 16 e i 70 anni, ha subito qualche forma di violenza fisica o sessuale.

Durante la pandemia COVID-19 le chiamate al numero antiviolenza e stalking 1522 sono aumentate del 71,7%.

Ogni tre giorni in Italia si verifica un femminicidio.

IL PIANO NAZIONALE ANTIVIOLENZA PREVIENE e PROTEGGE dalLA VIOLENZA DI GENERE.

FIRMA PERCHÉ SIA RINNOVATO.

FIRMA ORA LA PETIZIONE

PER LE DONNE DI OGGI E DI DOMANI:
CHIEDIAMO
IL RINNOVO DEL
PIANO NAZIONALE ANTIVIOLENZA

ADESSO BASTA.
UNA DONNA DEVE ESSERE LIBERA, RISPETTATA E PROTETTA.

Chiediamo il rinnovo del Piano Nazionale
sulla violenza contro le donne

Chiediamo il rinnovo del Piano Nazionale Antiviolenza
che è scaduto e l’integrazione nel Piano di alcune
istanze presentate da giovani donne:

 

 

SERVE LA PARTECIPAZIONE DI OGNUNO
DI NOI PERCHÉ LA CULTURA DELL’ANTIVIOLENZA
RIGUARDA TUTTI 

SCOPRI IL TESTO INTEGRALE DELLA PETIZIONE E GLI APPROFONDIMENTI
FAI LA TUA PARTE OGNI GIORNO, CON LE 8 AZIONI PER L'8 MARZO

 

1. Aumentare i posti disponibili per l’accoglienza
di donne e nuclei madri-bambino sopravvissute o a rischio
di subire violenza e rimuovere gli ostacoli che
impediscono di chiedere supporto.
 

2. Prevedere una campagna di sensibilizzazione
continua sulla violenza di genere, nelle scuole
e nei luoghi di formazione.
 

3. Combattere in ogni ambito, sede e fonte
giuridica, il pregiudizio che colpevolizza la vittima.

Comitato Italiano per l’UNICEF – Fondazione Onlus - Via Palestro 68, 00185 Roma
Iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche presso la Prefettura di Roma n. 1400/2020